Italia del Vino - Expo 2015
Ricerca

 


(31/10/2021) - Masterclass Perle d’Oltrepò alla Milano Wine Week 2021. La quinta azienda raccontata è stata Conte Vistarino, con il suo Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese DOC Bertone 2018

Tenutasi lo scorso 7 ottobre e condotta dal nostro Mauro Giacomo Bertolli, wine journalist e direttore di www.italiadelvino.com, con Carlo Veronese, direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese

Masterclass Perle d’Oltrepò alla Milano Wine Week 2021. La quinta azienda raccontata è stata Conte Vistarino, con il suo Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese DOC Bertone 2018


Tenutasi lo scorso 7 ottobre all'interno del programma della Milano Wine Week 2021. Condotta dal nostro Mauro Giacomo Bertolli, wine journalist e direttore di www.italiadelvino.com, con Carlo Veronese, direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese.
Finale con show mixology OltreMiTo del Sommelier Capobarman Sergio Daglia.

La quinta azienda raccontata è stata Conte Vistarino, con il suo Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese DOC Bertone 2018.

Conte Vistarino – Rocca de’ Giorgi (PV)

Conte Vistarino è una delle aziende vitivinicole più rappresentative dell’Oltrepò Pavese: innanzitutto per l’estensione, 826 ettari di cui 200 di vigneti. Il vitigno simbolo è ovviamente il Pinot Nero, che si estende su circa 140 ettari. Nei restanti 60 ettari trovano spazio sia varietà autoctone sia internazionali. La produzione annua è di circa 250.000 bottiglie, ripartite su 20 etichette diverse.
La parte restante viene venduta come vino sfuso ad altre aziende spumantistiche e sul mercato estero. Già nei decenni passati infatti Conte di Vistarino forniva le basi spumanti a molte delle prime aziende spumantistiche italiane.

Un altro motivo che rende Conte Vistarino un simbolo dell’Oltrepò Pavese è legato al pinot nero.
L'Oltrepò Pavese è di gran lunga la prima denominazione in Italia per quanto riguarda questo vitigno, con circa 3.000 ettari vitati.
Arrivato in Oltrepò dalla Francia a metà dell'Ottocento, si è subito diffuso in forma massiccia: all'inizio per realizzare spumanti, ma già dagli anni 60-70 (del secolo scorso) anche per la vinificazione in rosso.
Il primo ad importare  barbatelle di pinot nero dalla Francia nel 1850 è stato proprio un Vistarino, il conte  Augusto Giorgi di Vistarino.

Alla guida dell’azienda vi è, ormai da alcuni anni, Ottavia Giorgi di Vistarino, donna tanto determinata quanto affascinante, che si avvale della collaborazione di un giovane enologo, Vittorio Merlo, che Ottavia descrive essere preciso, determinato e dotato di indubbio carattere.
Solo tre anni fa è stata inaugurata la nuova cantina, moderna e razionale, un grande investimento a rappresentare la volontà di crescere e di guardare al futuro con ottimismo ed energia.

Voglio qui ricordare anche Carlo, il papà di Ottavia, recentemente scomparso.

Il vino che ho selezionato per questa masterclass è:


Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese DOC

Bertone 2018


Prodotto esclusivamente da uve pinot nero in 4.000 bottiglie.

Vinificazione in tini troncoconici di legno.
La fermentazione malolattica avviene in primavera in barrique.

Matura un anno in barrique e successivamente affina per almeno 1 anno in bottiglia.

Nel bicchiere è di colore rosso rubino, decisamente luminoso.

Al naso è complesso ed intenso nelle sue note di rosa, ben accompagnate dall’amarena, dai piccoli frutti del sottobosco rossi e neri, mora e ribes in evidenza, e dagli agrumi rossi.  Un ricordo d’infanzia: la caramella rossana, e poi chiodi di garofano e liquirizia, un delicato sentore di cacao ed una sottile striatura balsamica.

Il sorso è caldo ed avvolgente, di grande eleganza, dai tannini vellutati e sorretto da una buona acidità. Quasi succoso nei suoi sapori fruttati, è piacevolmente persistente.

     


Mauro Giacomo Bertolli



IN VETRINA
CIAVOLICH AZIENDA AGRICOLA in vigna dal 1853
Scheda Cantina »»