Italia del Vino - Expo 2015
Ricerca

 


(01/07/2013) - Vertice a Milano:Le Regioni d'Italia per Expo Milano 2015

Si è concordato, nell'incontro del 1 luglio 2013, di dare vita ad una 'cabina di regia' a quattro, fra Conferenza delle Regioni, Governo, Expo e Padiglione Italia per coordinare il coinvolgimento dei territori nell'evento del 2015

Vertice a Milano:Le Regioni d'Italia per Expo Milano 2015

Una riunione operativa per imprimere un salto di qualità nelle azioni da compiere in vista dell'esposizione universale del 2015.
E' quella che si è svolta oggi 1 luglio 2013 a Milano, a Palazzo Lombardia, alla presenza di delegazioni provenienti da ogni regione d'Italia, esponenti del Governo (i ministri degli Affari regioni e Autonomie Graziano del Rio e della Coesione territoriale  Carlo Trigilia e il sottosegretario
alla Presidenza del Consiglio, Maurizio Martina) e rappresentanti della società Expo (il commissario unico Giuseppe Sala e il commissario del Padiglione Italia Diana Bracco), nonché rappresentanti degli Enti locali, delle associazioni di categoria e degli sponsor e partner privati di Expo.

Il vertice, battezzato: "Le Regioni d'Italia per Expo Milano 2015", si è chiuso con il raggiungimento di un impegno importante: dare vita ad una 'cabina di regia' a quattro, fra Conferenza delle Regioni, Governo, Expo e Padiglione Italia per coordinare il coinvolgimento dei territori nell'evento del 2015 lavorando secondo quattro direttrici: la progettualità integrata sul Padiglione Italia, le azioni di sistema in campo turistico e ricettivo, lo sviluppo delle filiere regionali e il possibile utilizzo di fondi europei.

REGIONI PROTAGONISTE - "Da qui parte un cammino che vedrà le Regioni co-protagoniste di quello straordinario appuntamento che è Milano 2015, una grande opportunità per tutti i territori, per l'Italia e non solo".
Così il Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo alla conferenza stampa seguita alla riunione che qualche ora prima aveva aperto ricordando "la grande occasione che offre l'esposizione universale" e auspicando che "fra Regioni, Governo e società possa essere trovata un'intesa che faccia di Expo una grande vittoria per tutto il sistema Paese".

SVILUPPO DEI CLUSTER - Secondo Giuseppe Sala, l'appuntamento di oggi è servito non tanto per fare il bilancio di quanto fatto fino ad ora, quanto per disegnare "il percorso dei prossimi anni". Soprattutto rispetto alle Regioni e alle opportunità che possono cogliere. 
Il Commissario unico, ha fatto notare che solo in termini di turismo, la manifestazione vale 5 miliardi.
"Vogliamo portare 20 milioni di visitatori", ha dichiarato osservando che "bisogna fare in modo che chi viene, sappia che oltre ad Expo potrà fare tour culturali, eno-gastronomici e paesaggistici".
Da gennaio circa 60 Paesi inizieranno a costruire loro padiglioni, che non saranno raggruppati secondo un criterio geografico (tutti i Paesi africani, tutti gli asiatici, gli europei), ma in base a cluster tematici (tutti quelli del caffè, delle spezie, del cacao).
Un modo, ha spiegato Sala, "per esaltare le tipicità di ogni realtà.
Un principio che si potrebbe estendere anche alle Regioni, valorizzando così le nostre filiere, come quella del vino, dell'olio, dei formaggi, del pane. L'impegno di tutti  adesso - ha concluso - è avviare il tavolo immediatamente, certamente prima delle vacanze estive".

CONTENUTI PER PADIGLIONE ITALIA - La 'casa' delle Regioni in Expo 2015 sarà nel Padiglione Italia. "Fino ad oggi - ha relazionato Diana Bracco - abbiamo lavorato sul concept costruendo qualcosa di solido da proporre. Adesso dobbiamo lavorare insieme per riempirlo di contenuti". Secondo la Bracco, si "deve mettere in rete l'Italia. Non dimentichiamo mai che il concept sul quale è stato realizzato il Padiglione Italia - ha fatto notare - è quello del 'vivaio'. Un vivaio dedicato ai giovani, all'innovazione, alla creatività, alle start-up.
Un progetto che guarda al futuro, mantenendo le radici ben piantate nella storia.
Applicare il concetto tematico dei cluster alle specificità italiane, secondo Bracco "è uno sbocco quasi naturale, che esalta le diversità del nostro territorio mantenendo forte il filo conduttore che deve essere rappresentato dalla valorizzazione del 'sistema' Italia".

RADICARE INTERVENTI PER IL FUTURO - Di sistema Paese ha parlato anche il Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani, ribadendo che "Expo sarà una grande occasione, se tutti i soggetti coinvolti riusciranno a vincere una scommessa che è più facile da proclamare che da realizzare: far fare un salto di qualità all'idea di sistema Paese in tutte le sue articolazioni". Errani ha sottolineato che Expo "deve diventare per il sistema Paese una grande occasione di attrarre investimenti. Per questo - ha osservato - ci si deve preparare. Bisogna preparare il sistema di accoglienza, perché il turismo è prima di ogni altra cosa un sistema dell'offerta. Dobbiamo costruire pacchetti integrati e fare rete per garantire la presenza delle Regioni nella manifestazione con un format unico ma anche attraverso iniziative autonome delle singole realtà".
Parimenti, secondo il presidente della Regione Emilia-Romagna, deve essere garantita la presenza di Expo nelle Regioni "attraverso la possibilità di valorizzare lo straordinario patrimonio non solo culturale o eno-gastronommico, ma anche per quello che riguarda il sistema delle imprese. Per quanto riguarda la tecnologia, la trasformazione e la sicurezza alimentare, possiamo immaginare di usare l'Expo per essere una piattaforma che radichi qualcosa di significativo per l'Italia del futuro".

L'IMPEGNO DEL GOVERNO - Sul fronte governativo, il sottosegretario con delega ad Expo, Maurizio Martina, ha voluto ribadire che "non ci può essere un salto di qualità per Expo, se non viene raccolta la sfida di farlo diventare un grande evento nazionale che coinvolga tutte le Regioni del Paese. Da oggi attiveremo una cabina di Regia a quattro fra Conferenza delle Regioni, Governo, Expo e Padiglione Italia, uno strumento operativo che ci aiuterà a fare questo cambio di passo necessario. C'è grande consapevolezza rispetto al fatto che nei prossimi due anni si dovrà correre - ha concluso Martina - ma ce la possiamo fare, perché in maniera molto pratica e pragmatica ci siamo dati una strumentazione adeguata alla sfida che abbiamo di fronte". 

ITALIA PREPARATA ALLA SFIDA - Sulla stessa lunghezza d'onda il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Graziano del Rio, che ha ricordato come "L'Italia ha una grande occasione per dimostrare che c'è la può fare e che è capace di coordinamento fra i vari livelli istituzionali e di ottima organizzazione". Un concetto ribadito anche dal ministro della Coesione territoriale, Carlo Trigilia, secondo il quale "la sfida è rappresentare le diversità italiane in modo unitario, dando una rappresentanza importante del nostro sistema Paese. Noi - ha aggiunto - siamo disponibili nell'ambito delle competenze relative all'uso dei fondi europei di sostenere il progetto di Expo 2015. Studieremo con le Regioni e gli altri ministeri
interessarti il modo migliore per  farlo".

catch a cheater looking for affair wives that cheat
married and want to cheat married woman looking to cheat infidelity
click here why do women cheat my fiance cheated on me
viagra store go generic viagra super active plus
viagra store which viagra generic viagra super active plus
I cheated on my wife my fiance cheated on me meet to cheat
I cheated on my wife my fiance cheated on me meet to cheat
wife who cheated redirect husband watches wife cheat
read here redirect woman affair
what makes women cheat when a husband cheats i cheated on my husband
sumatriptan succinate sumatriptan succinate sumatriptan succinate
lilly cialis coupons discount card prescription prescription discount coupon
transfer prescription coupon eblogin.com coupon for prescription
cialis hrvatska blog.devparam.com cialis prodaja
augmentin générique augmentin iv augmentin injectable
plavix tonydyson.co.uk plavix 300
lipitor 20 sentencingguidelines.co.uk lipitor atorvastatin
cordarone medicin blog.zycon.com cordarone behandling

IN VETRINA
Az. Agr. Silvano Bolmida
Scheda Cantina »»