Italia del Vino - Expo 2015


Ricerca

 


Mondo Lambrusco: le rosse bollicine conquistano l'alta ristorazione italiana nel mondo

14-20 Maggio – Mondo Lambrusco. Il giro del mondo in un vino. Tutte le informazioni fornite alla conferenza stampa di presentazione

Mondo Lambrusco: le rosse bollicine conquistano l'alta ristorazione italiana nel mondo

È l'anima frizzante del Lambrusco ad unire America, Oceania, Europa ed Asia. Dal 14 al 20 maggio il  vino italiano più presente nel mondo sarà infatti protagonista di Mondo Lambrusco, manifestazione che, dall'Australia agli Stati Uniti, riempirà per una settimana i calici di 37 ristoranti in 13 diverse nazioni. L’iniziativa, promossa da Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna in collaborazione con il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi e con il Consorzio Marchi Storici dei Vini Reggiani coinvolgerà il mondo intero attraverso 37 talentuosi cuochi italiani all'estero dell’associazione itchefs-GVCI (www.itchefs-gvci.com), ciascuno dei quali realizzerà e proporrà per tutta la settimana dell’iniziativa una ricetta ideata per l’abbinamento al Lambrusco. Il 17 maggio, poi, quattro continenti alzeranno i calici all’insegna delle rosse bollicine emiliane con degustazioni, serate a tema ed eventi speciali. 10 le cantine che con i propri vini top di gamma partecipano a Mondo Lambrusco: Cantina di Sorbara (MO), Cavicchioli (MO), Opera 02 (MO)Cantina Puianello (RE), Cantine Lombardini (RE), Casali Viticultori (RE), Donelli Vini (RE), Medici Ermete (RE), , Rinaldini Az. Agr. Il Moro (RE), Cantine Ceci (PR).

14-20 MAGGIO – ITALIA: CINQUE CHEF STELLATI PER UN VINO DALLE MILLE SFUMATURE
Dal 14 al 20 maggio un filo di bollicine rosse, come un gioiello, unisce l’alta ristorazione italiana nel mondo con la terra emiliana. Nella sua seconda edizione anche 5 chef stellati emiliano romagnoli si sono lasciati coinvolgere ed entusiasmare dall’iniziativa: Valentino Marcattilii del Ristorante San Domenico di Imola (BO), Gianni D’Amato del Rigoletto di Reggiolo (RE), Luca Marchini del ristorante L’Erba del Re (Modena),  Emilio Barbieri del ristorante Strada Facendo (Modena), Alberto Bettini della nota Trattoria da Amerigo di Savigno.
Presso questi ristoranti per l’intera settimana sarà possibile assaggiare il Lambrusco al calice in abbinamento con una ricetta speciale dedicata a questo vino. Le ricette proposte rivelano la versatilità del Lambrusco come vino da assaporare dall’antipasto al dolce, capace di diventare anche protagonista nel piatto. Come fresco antipasto di primavera Emilio Barbieri propone una gelatina di Lambrusco con asparagi e salsa alla vaniglia,  frittatina alle verdure e prosciutto di Modena, cannolo con mousse di mortadella e pistacchi, da sposare al Lambrusco di Sorbara. Alla Trattoria da Amerigo invece lo chef Alberto Bettini abbina un Lambrusco scuro a una pasta ripiena molto emiliana: triangoli morbidi ripieni di cotechino con lenticchie in salsa e riduzione di lambrusco. Ma è con i bolliti e con la carne di maiale, naturalmente, che il Lambrusco la fa da padrone. Da Marcattilii, al San Domenico di Imola il Lambrusco accompagna il piccione arrostito al rosmarino e mirtilli con funghi prugnoli dell’Appennino; a Modena Luca Marchini all’Erba del Re propone Zampone marinato con aceto balsamico tradizionale di Modena, lenticchie, cotenna, limone candito, crema morbida di purè di patate, salsa verde, aceto balsamico tradizionale di Modena e grissino al parmigiano reggiano. Per il Lambrusco Reggiano, infine, il consiglio di Gianni d’Amato: la terrina di bolliti con giardiniera di verdure.
Se poi la sete o la curiosità non lasciano tregua, tutte le sfumature di questo vino si possono scoprire in una cena da gourmet per tutta la settimana al ristorante Strada Facendo di Modena e al ristorante San Domenico di Imola grazie agli speciali menù degustazione dedicati alle bollicine che meglio interpretano lo stare insieme emiliano.

10 MAGGIO: DA DOZZA A NEW YORK UN BRINDISI MONDIALE IN ANTEPRIMA
La grande anteprima di questo spumeggiante giro del mondo è stata il 10 maggio, quando  all’International Culinary Center di New York si è svolto il lancio mondiale di Mondo Lambrusco con degustazioni guidate dal giornalista Giorgio Melandri e un cooking show degli chef Valentino Marcattilii e Michael White. In questa occasione, il mondo si è unito non solo simbolicamente: un collegamento Skype ha unito in diretta, alle due sponde dell’Atlantico, l’evento di New York e la conferenza stampa organizzata da Enoteca Regionale Emilia Romagna a Dozza, per un brindisi davvero mondiale all’insegna di una rinnovata qualità.

OLTRE UN SECOLO DI ESPORTAZIONI, NUOVE POTENZIALITA’ DAI NUOVI MERCATI
Nel 1900 un Lambrusco di Sorbara fu premiato all’Esposizione Universale di Parigi e negli anni ’20 il Lambrusco era uno dei pochi vini presenti nelle carte dell’Istituto per il Commercio Estero. Da allora questo vino ha sempre riscosso successo internazionale, al punto da divenire il più esportato d’Italia. Oggi il Lambrusco, di cui circa il 60% della produzione parte per l’estero, è oggetto di una vera e propria riscoperta all’insegna della qualità.
Ad aprire la strada a questo vino leggero, frizzante e divertente di cui si producono 50 milioni di bottiglie doc e oltre 100 milioni di bottiglie IGT nelle tre province di Modena, Reggio Emilia e Parma sono due caratteristiche principali: da una parte il suo ridotto tenore alcolico e la freschezza delle sue bollicine, dall’altra la sua capacità di sposarsi a diverse cucine. Tradizionalmente appassionati di questo vino sono la Germania, la Spagna, il Regno Unito, gli Stati Uniti, il Canada, il Giappone e la Russia, mentre Cina, Corea del Sud e Brasile mostrano oggi i maggiori tassi di crescita. Che il potenziale del Lambrusco nei mercati emergenti sia alto lo dimostra anche la multinazionale Auchan, che lo ha scelto proprio per aprire al vino i paesi nuovi consumatori.
Anche in Italia si assiste a una vera e propria riscoperta di questo vino, che negli ultimi 15 anni ha vissuto una crescita qualitativa come pochi altri, grazie al rinnovamento dei vigneti e all’innovazione tecnologica che ha permesso di controllare alla perfezione la temperatura di vinificazione e affinamento. Dai primi Tre bicchieri assegnati al Lambrusco nel 2010 oggi, vincendo ogni pregiudizio il rosso emiliano fa capolino nei ristoranti stellati e sta diventando trendy come vino da aperitivo, promosso con orgoglio da testimonial come Adua Villa e “la strana coppia” di Decanter.

Lambrusco: territorio e tipologie.  CLICCA QUI

Cantine partecipanti.   CLICCA QUI

Ristoranti partecipanti.   CLICCA QUI

Per informazioni:

ENOTECA REGIONALE EMILIA ROMAGNA
Tel. +39 0542 678089
marta.geri@enotecaemiliaromagna.it 
www.mondolambrusco.com

bug viagra nitrous cylinder generic viagra europe how does viagra work for women
read here click here woman affair
online unfaithful husband how to cheat wife
how the pill works link medical abortion what to expect
abortion pill pittsburgh online surgical abortion process
dating a married man my girl friend cheated on me click
dating a married man my girl friend cheated on me click
bystolic coupon card bystolic free trial coupon
sumatriptan succinate sumatriptan succinate sumatriptan succinate
generic cialis overnight click discount cialis
lilly cialis coupons click prescription discount coupon
cialis coupons printable prostudiousa.com coupons for prescription medications
augmentin générique augmentin iv augmentin injectable
voltaren precio voltaren pastillas voltaren crema
cordarone medicin cordarone kontrol cordarone behandling
cialis coupons from manufacturer prescription discounts cards coupon prescription

IN VETRINA
Az. Agr. Silvano Bolmida
Scheda Cantina »»