Italia del Vino - Expo 2015


Ricerca

 


Sabato 24 maggio 2014 è tornato VIN-o-TON, l’appuntamento musicale ideato e organizzato da Alois Lageder

A Magrè sulla Strada del Vino è tornata la musica classica contemporanea con la prima assoluta di Durch Nacht und Wind per violoncello e pianoforte di Matan Porat

Sabato 24 maggio 2014 è tornato VIN-o-TON, l’appuntamento musicale ideato e organizzato da Alois Lageder

“Attraverso VIN-o-TON e il talento di compositori emergenti vogliamo rendere la musica classica contemporanea accessibile a un pubblico sempre più vasto…”                          
(Alois Lageder)

Sabato 24 maggio 2014 a Casòn Hirschprunn, Magrè (BZ) è tornato VIN-o-TON, l’appuntamento musicale ideato e organizzato da Alois Lageder, proprietario dell’omonima azienda che vanta una tradizione nel mondo del vino di oltre 150 anni.

Quest’anno la Tenuta ha portato in scena l’opera inedita del giovane e promettente compositore israeliano Matan Porat - definito dalla critica come un grande talento di domani - intitolata Durch Nacht und Wind (Attraverso Notte e Vento) per violoncello e pianoforte.

Grazie al suo fervente eclettismo artistico-culturale, Alois Lageder, anche per la settima edizione di questo innovativo progetto, ha promosso la musica classica contemporanea con l’obiettivo di renderla accessibile a un pubblico sempre più vasto, attraverso originali spunti creativi.

Ogni anno dal 2008 viene, infatti, commissionata a un compositore emergente un’opera nuova, da eseguire in prima assoluta in Tenuta.

Come Artist in Residence di VIN-o-TON 2014, Matan Porat - geniale compositore e abile interprete di brani per pianoforte che, molto giovane, vanta già un invidiabile e variegato repertorio concertistico – ha mostrato al pubblico altoatesino la sua grande sensibilità, la sua straordinaria conoscenza delle varie epoche musicali e le sue doti tecniche certamente non comuni.

L’opera Durch Nacht und Wind è ispirata al dipinto Cacciatori Nella Neve di Pieter Breugel il vecchio, ma il suo titolo è tratto dal primo verso della celebre ballata di Goethe Erlkönig, Il re degli Elfi. Il brano non vuole tuttavia essere una mera illustrazione musicale del poema goethiano, ma rendergli omaggio con effetti suggestivi attraverso sonorità peculiari.

Oltre all’opera su commissione, come tutti gli anni VIN-o-TON ha proposto alla platea altre composizioni di grande interesse: una di queste è …for piano (2006), sempre di Matan Porat, un’esplorazione dei vari timbri e del potenziale espressivo del pianoforte. A chiusura del concerto di Magrè, la sonata per violoncello e pianoforte di César Franck, un connubio affascinante di linguaggio musicale romantico e pregiata tecnica contrappuntistica.

L’esecuzione delle varie opere in programma è stata affidata a due stimati interpreti della nostra epoca: da un lato lo stesso Artist in Residence, Matan Porat, e, ad affiancarlo, nientemeno che Nicolas Altstaedt, uno dei violoncellisti più brillanti del mondo, molto impegnato nel campo della musica contemporanea.

A proposito di VIN-o-TON
Nato nel 2007, il progetto VIN-o-TON costituisce tuttora un’iniziativa assai peculiare nel panorama musicale dell’Alto Adige. Una caratteristica che rende VIN-o-TON un evento più unico che raro, anche nel contesto europeo, è l’esecuzione in prima assoluta di un brano di musica contemporanea commissionato dal promotore della manifestazione.

VIN-o-TON è un momento particolare in cui la tenuta Alois Lageder si veste di musica, eseguita nell’antico granaio.

Alla prima edizione, nel 2008, il compositore incaricato fu Johannes Maria Staud, che scrisse Lagrein, per violino, clarinetto, violoncello e pianoforte, un brano ricco di varietà timbrica, morbidezza e sensualità.

Nel 2009 fu la volta di Bogenstrich per baritono, violoncello e pianoforte del compositore britannico Sir Harrison Birtwistle, un’opera imperniata sull’amore, molto poetica e toccante.

All’edizione del 2010 la prima assoluta toccò a liquido di Aureliano Cattaneo, un quartetto d’archi pregno di emotività e soluzioni armoniche assai raffinate.

Nel 2011, l’incarico di comporre un brano su commissione fu assegnato a Thomas Larcher, direttore artistico di VIN-o-TON, che nel suo A Padmor Cycle per tenore e pianoforte mise in musica alcuni frammenti – in parte molto lapidari e d’impronta esistenziale – di poesie scritte da Alois Hotschnig e Hans Aschenwald.

Nel 2012 è stata la volta di Helena Tulve e dei suoni raffinati del suo brano Rimlands.

Nel 2013 Artist in Residence fu Toshio Hosokawa, il più celebre compositore giapponese vivente, con la sua prima assoluta Distant Voices.

Oltre alla prima, ogni edizione propone dei brani importanti nella storia della musica, come ad esempio, da edizione passate, Quatuor pour la fin du temps di Olivier Messiaen, la Hammerkloaviersonate di Ludwig van Beethoven, lo Schwanengesang di Franz Schubert o la Suite per Violoncello n. 6 di J.S. Bach.

A proposito di Alois Lageder
Sin dal 1823, la vitivinicoltura è parte integrante della storia della famiglia Alois Lageder. Giunta alla quinta generazione con l’attuale proprietario Alois Lageder, la tenuta, con sede a Magrè in provincia di Bolzano, si distingue per la filosofia ispirata all’approccio olistico e sostenibile e per la capacità di fondere sapientemente tradizione ed innovazione. Quasi 50 ettari di vigneti di proprietà vengono lavorati secondo i principi più stretti della coltivazione biologico-dinamica.


VIN-o-TON 14_Da sin. Nicolas Altstaedt, Matan Porat, Alois Lageder



married and want to cheat reasons why wives cheat on their husbands infidelity
link click women who like to cheat
husband cheated on me open click
what makes women cheat cheat on wife i cheated on my husband
generic cialis overnight click discount cialis
lilly cialis coupons discount card prescription prescription discount coupon
nolvadex pct site nolvadex homme
canesten thebaileynews.com canesten gyno
cordarone medicin cordarone kontrol cordarone behandling
why abortion opjsangul.com coupons and discounts

IN VETRINA
Az. Agr. Silvano Bolmida
Scheda Cantina »»