Italia del Vino - Expo 2015


Ricerca

 


Il Pinot nero all’italiana: metodo classico dell’Oltrepò Pavese

L’Oltrepò Pavese è la più estesa denominazione di Lombardia, terza in Italia, prima in assoluto per il Pinot Nero, protagonista della vera bandiera del territorio, lo Spumante Metodo Classico. Cà di Frara e Calatroni le cantine raccontate

Il Pinot nero all’italiana: metodo classico dell’Oltrepò Pavese

L’Oltrepò Pavese è la più estesa denominazione di Lombardia, terza in Italia, prima in assoluto per il Pinot Nero. Parliamo di 13.500 ettari di vigneto, di cui oltre 3.000 appunto di Pinot Nero, che vanta storia e tradizione nell’area, dato che i primi vigneti furono lì impiantati già nella seconda metà dell’Ottocento.
E’ una terra a cui sono particolarmente affezionato, un triangolo tra Piemonte, Liguria e Sud della Lombardia, affascinante per paesaggi, tradizioni, vino e cucina. Purtroppo in Oltrepò Pavese non sempre si sono sfruttate le enormi potenzialità del territorio, non riuscendo a diventare un punto di riferimento del mondo vitivinicolo. Le cause sono molteplici, forse la principale è che non sempre si è lavorato prevalentemente sulla qualità ma si è presa la scorciatoia della quantità. Personalmente credo che il Pinot Nero, soprattutto se utilizzato per produrre Spumante Metodo Classico, debba essere la vera bandiera di questa terra, debba fungere da traino e volano per far risalire all’Oltrepò Pavese posizioni importanti nella viticoltura italiana e mondiale. Di seguito vi presento due aziende del territorio che si distinguono proprio per questa tipologia di prodotti.

(Il seguito puoi leggerlo direttamente su www.ilsole24Ore.com :     CLICCA QUI   )

atenolol lijek read atenolol 100
lipitor 20 lipitor 5mg lipitor atorvastatin
coupons for prescription drugs open coupons for cialis 2016
vivitrol implant low dose naltrexone side effects autism trinalin

IN VETRINA
Az. Agr. Silvano Bolmida
Scheda Cantina »»